Art. 1 – L’Unione delle Camere Penali Italiane bandisce un concorso per il conferimento di tre premi intitolati alla memoria di Ottavio Scifo, grande e valoroso avvocato, presidente della Camera penale di Novara e componente la Giunta nazionale negli anni 2002 – 2006.

Art. 2 – Ciascuno dei premi, dell’ammontare di Euro 3000 – 2000 – 1000, verrà assegnato ad un avvocato il quale:

  • 1. sia iscritto al XI° Corso Nazionale di Formazione Specialistica dell’Avvocato Penalista, ovvero iscritto nell’anno 2007 – 2008 ad un Corso di Deontologia e Tecnica del Penalista, ovvero iscritto nell’anno 2007 – 2008 ad un Corso di Qualificazione dell’Avvocato Penalista organizzato da una Scuola Territoriale istituita presso una Camera Penale.
  • 2. nonché presenti un atto giudiziario a sua firma, compresi quelli utilizzati in sede disciplinare, con relativa prova dell’avvenuto deposito, connesso ai temi del diritto di difesa, della funzione difensiva ovvero della deontologia forense;

Art. 3 – Gli aspiranti dovranno presentare alla Segreteria dell’Unione delle Camere Penali Italiane, Via Margutta, 17 – 00187 Roma, domanda di ammissione, redatta in carta semplice, entro il 30 giugno 2008, direttamente o a mezzo posta raccomandata (in tale ultimo caso farà fede la data del timbro postale).

I candidati dovranno presentare, in un unico plico sul quale dovrà essere scritto “Concorso UCPI – Premio Ottavio Scifo”, la domanda di concorso indirizzata al Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane, cui dovrà essere allegata copia dell’atto giudiziario nonché i documenti attestanti i requisiti di cui all’art. 2 punto 1.

Non saranno prese in considerazione le domande non sottoscritte, prive dei dati anagrafici (nome e cognome, indirizzo, recapiti telefonici etc.) e quelle che, per qualsiasi causa, dovessero essere prodotte oltre il termine di scadenza, come sopra citato.

Art. 4 – In osservanza delle norme della L. 31/12/1996 n. 675, a tutela della riservatezza dei soggetti e/o degli enti i cui nomi a qualsiasi titolo compaiono negli atti giudiziari, i candidati dovranno occultare le generalità e quant’altro possa far risalire agli stessi.

Art. 5 – Le domande saranno valutate da una Commissione giudicatrice composta dal Presidente dell’Unione delle Camere Penali Italiane o da un suo delegato, e dai componenti il Comitato di gestione della scuola centrale di formazione specialistica. La Commissione terminerà i lavori entro il mese di settembre e procederà alla designazione dei vincitori. La premiazione avverrà in occasione dell’ultimo weekend del Corso Nazionale di Formazione Specialistica dell’Avvocato Penalista (previsto per i giorni 11 – 12 ottobre 2008), nel corso del quale i vincitori si sottoporranno ad una prova pratica (discussione dell’atto) che consentirà alla Commissione giudicatrice di formare la graduatoria per l’assegnazione dei premi. Il giudizio della Commissione giudicatrice avrà carattere insindacabile e sarà preso a maggioranza. In caso di parità prevarrà il giudizio espresso dal Presidente dell’Unione delle Camere Penali.

Art. 6 – I dati forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Unione delle Camere Penali Italiane per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati per finalità inerenti la gestione del medesimo.

Il conferimento dei dati è obbligatorio per poter valutare i requisiti di partecipazione a pena di esclusione dal concorso.

Roma, 18 marzo 2008

Il Responsabile Nazionale delle Scuole UCPI

Ettore Randazzo

[download#15]